8 dicembre

Maria donna di parte

No, non fu neutrale. Maria si è schierata. Nel Magnificat ha preso posizione, dalla parte dei poveri, degli umiliati e offesi di tutti i tempi. Di tutti coloro che non contano nulla davanti agli occhi della storia. Come questa gente con cui sto vivendo.

 

Si è arruolata, per così dire, nell’ esercito dei poveri. Ma senza roteare le armi contro i ricchi. Bensì, invitandoli alla diserzione. E ci ha rivelato che è partigiano anche Lui, visto che prende le difese degli umili e disperde i superbi nei pensieri del loro cuore; stende il suo braccio a favore dei deboli e fa rotolare i violenti dai loro piedistalli con le ossa in frantumi; ricolma di beni gli affamati e si diverte a rimandare i possidenti con un pugno di mosche in mano e con un palmo di naso in fronte.

 

Santa Maria, donna di parte, tu ti sei fidata di Dio e, come Lui, hai scommesso tutto sui poveri. Noi, invece, non ce la sentiamo di rischiare. Ci vogliamo garantire dagli imprevisti. Sarà pure giusto lo stile aleatorio del Signore, ma intanto preferiamo la praticità terra terra dei nostri programmi.

 

 

 

 

Santa Maria, donna di parte, tienici lontani dalla tentazione di servire a due padroni.  Preservaci dal sacrilegio di legittimare, per un malinteso senso dell’universalità cristiana, le violenze consumate a danno degli oppressi.

 

 

Santa Maria, donna di parte, noi ti preghiamo per la Chiesa di Dio che, a differenza di te, fa ancora tanta fatica ad allinearsi coraggiosamente con i poveri.
In teoria essa dichiara l’opzione preferenziale” in loro favore, ma in pratica rimane spesso sedotta dal potere. Mettile sulle labbra le cadenze eversive del Magnificat, di cui, talvolta, sembra abbia smarrito gli accordi.