19 dicembre

La fame è causata dall’uomo

Il Madagascar sta attraversando la peggiore siccità degli ultimi 40 anni.

 

 

Il Madagascar: pur partecipando solo con lo 0.01% delle emissioni globali di gas serra nel mondo, è una delle prime vittime di una carestia causata dall’attività umana.

 

La carestia sta mettendo a rischio la possibilità di procurarsi il cibo di oltre un milione di persone; secondo il Programma alimentare mondiale (PAM), 30.000 persone vivono la carestia di livello cinque, il più alto possibile.

Il resto della popolazione è in “food insecurity”, l’insicurezza legata al cibo.

 

Nelle situazioni più gravi la gente si nutre di foglie.

 

Per maggiori informazioni scrivi a missioni@cmdre.it

 

La soluzione a breve termine è quella di migliorare la gestione dell’acqua; ma sul lungo periodo bisogna trovare risposte più forti e durature a una situazione causata principalmente da “noi” ma che si sta ripercuotendo su di “loro”.

 

Una delle risposte è smettere di pensare in termini di “noi” e “loro”.

Nei prossimi anni altri Paesi dell’Africa meridionale potrebbero unirsi al novero:

l’Angola, per esempio, è a rischio carestia

e in Mozambico sono sempre più frequenti i cicloni.